Skip to content

L’Intramontabile, e altre leggende

18 luglio 2014

Oggi ricorrono due anniversari, di due uomini che in un modo o nell’altro hanno tenuto alto il valore del Bene e della Pace.

Uno e’ Nelson Mandela, storico leader Sudafricano nella lotta contro l’Apartheid, colui che ha traghettato la nazione in una nuova era. Non ho bisogno di raccontarvi nulla, conoscete meglio di me la sua incredibile storia. Oggi basta cliccare sul doodle di Google per un’infarinatura sulla sua storia. Nelson Mandela doodle 2014

L’altro e’ Gino Bartali, o “Ginettaccio“, l’Uomo di Ferro, l’Intramontabile. Ebbene si’, devo dire che una volta avevano nomi piu’ pittoreschi da affibbiare alle leggende… basti pensare a “La Locomotiva Umana”, “L’Airone”, “lo Spianamontagne”, “l’Angelo della Montagna”. Mi fanno un po’ invidia, a volte.

Beh, Gino Bartali e’ semplicemente Leggenda. Protagonista di quel ciclismo eroico tra le due guerre mondiali. Oggi avrebbe compiuto 100 anni. Bartali e’ anche considerato “L’Uomo che salvo’ l’Italia pedalando”. E mi riferisco sia a quel che fece con la sua bicicletta in gara, sia a quello che fece con la stessa bicicletta quando era fuori gara. Per chi non lo conoscesse, vi invito a leggere di lui. Durante la seconda guerra mondiale salvo’ piu’ di mille vite dai nazisti trasportando di nascosto dei documenti nella canna della sua bicicletta. E nel 1948, le sue imprese e la vittoria finale al Tour de France (10 anni dopo quello che aveva vinto in precedenza, nel 1938) contribuirono ad allentare il clima di tensione che si era instaurato in Italia dopo l’attentato a Palmiro Togliatti. Un bellissimo libro che vi consiglio di leggere, commuovente e veritiero, e’ questo:

Bartali. L’uomo che salvo’ l’Italia pedalando

Di Leo Turrini

La copertina del libro, la versione da collezionisti che ho io! Amo questo libro...

La copertina del libro, la versione da collezionisti che ho io! Amo questo libro…

Il bene si fa, ma non si dice. E certe medaglie si appendono all’anima, non alla giacca.

Good is something you do, not something you talk about. Some medals are pinned to your soul, not to your jacket.

    Gino Bartali

Proprio oggi, il nostro connazionale Vincenzo Nibali vince meritatamente la 13esima tappa del Tour de France indossando la maglia gialla, da Saint-Etienne a Chamrousse, sulle Alpi. Quale migliore modo per ricordare Bartali?

L'arrivo in salita di oggi, splendida vittoria di Vincenzo Nibali in maglia gialla (official photo from letour.fr website)

L’arrivo in salita di oggi, splendida vittoria di Vincenzo Nibali in maglia gialla (official photo from letour.fr website)

Grazie a tutti i Campioni,

siano essi campioni di Pace o di Sport… o di entrambi.

  PMJ

 

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: