Skip to content

Il coinquilino ipocondriaco 7 – The *oo* thief

15 maggio 2014

Rieccomi con l’ultima che mi e’ capitata, ma che non vi ho raccontato subito per carenza di tempo.

Il titolo mi e’ venuto cosi’, semplicemente perche’ di recente

credo sia uscito un film intitolato “The Book thief”, e mi piaceva il suono.

In breve: lascio New York e torno in Italia alcuni giorni per sbrigare della burocrazia. Il viaggio va benissimo, tempo bello e tutto stupendo in Madrepatria, e poi riprendo l’aereo per Gotham City. Cosa faccio di solito quando torno dall’Italia? Mi porto del buon cibo Italiano, ovviamente! Ingredienti e cose pronte.

Ma attenzione: lascio sempre qualcosa nel frigorifero, di modo che possa mangiare comunque, qualsiasi cosa succeda (esempio: perdita del bagaglio, negozi chiusi per una qualche strana coincidenza astrale, etc. etc.).

Arrivo a casa, dopo la lunga traversata dal JFK Airport fino ad Uptown Manhattan. Lascio iu camera la valigia e lo zaino e la giacca, e mi dirigo in fretta al frigorifero visto che ho una fame incredibile. E…

Surprise!!
image

Ricordo benissimo cosa gli dissi (per chi non avesse seguito le prime puntate, “Giocondo” e’ un nome proprio inventato per de-identificarlo):

Giocondo, devo partire per qualche giorno, lascio nel frigo alcune cose per quando ritorno per non dover andare a fare la spesa, ma puoi usare le uova perche’ altrimenti mi scadono.

E invece, le uova erano ancora li’… mentre il resto del frigo mi pareva un po’ vuoto. Per fortuna la pasta al parmigiano ho potuto farmela, almeno la base. E avevo 3 birrette che custodivo gelosamente per i tempi duri. Morale della favola, alla prima occasione che mi si presenta, lo sento trafficare in cucina e faccio finta di andare a preparare qualcosa anch’io. Gli chiedo:

Giocondo, hai visto per caso la mia mozzarella per pizza? Volevo farmi una pizza ieri sera, ma non l’ho trovata…

Allora lui risponde:

Ah, si’! L’ho usata io! Non pensavo fosse tua, era li’ da un po’…

Eh vabbe’, insomma. Allora gli chiedo:

Avevo anche una bottiglia di latte a lunga conservazione… non l’hai mica vista, per caso?

E lui di nuovo:

Ah, si’, l’ho bevuta io… temevo scadesse…

E io ancora:

Giocondo, ma hai mica visto la mia panna da cucina e la confezione sottovuoto di bacon? In assenza della pizza, volevo farmi una pasta con panna e bacon…

E lui:

Oh, si’… non ricordavo fosse tua… li ho usati io, scusami…

Al che avrei potuto andare avanti, ma ho deciso che me ne sarei sbattuto un po’. E cosi’ gli faccio:

Vabbe’, ho capito, non hai lasciato che il mio cibo scadesse, grazie. Fai cosi’, appena vai a far la spesa la prossima volta, non e’ che mi compri della mozzarella per pizza e un barattolo di salsa di pomodoro per pizza? Grazie!

Ho lasciato perdere che dal mio frigo mancassero anche i wurstel, i peperoni, e una cipolla. Stranamente, la cosa piu’ buona che c’era (uno spicchio di parmigiano reggiano) l’ha lasciata li’. Almeno quello…

Stay tuned!

PMJ

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: