Skip to content

We just miss the Dark Knight

11 gennaio 2014

La giornata di oggi, al contrario di quella di ieri, è andata piuttosto bene.
Non era iniziata nel migliore dei modi, perché non trovavo più una delle due carte di credito.
Tanto per intenderci, qui

è un vero guaio. Fa niente, ero quasi in ritardo per il lavoro, meglio correre e ci penserò dopo. Prendo l’ombrellino perché sembra piovere, corro giù dalle scale, mi avvio alla stazione della metropolitana.
Dai, non è malaccio: le temperature si sono alzate, la gola non mi da più fastidio, è cupo e nuvoloso ma non ha praticamente piovuto. La pioggia che intendo io, quella seria, in realtà. Fatto sta che arrivo in stazione, ed ho 3 minuti di tempo per rinnovare l’abbonamento. Ce la posso fare. La procedura va liscia (a volte le macchinette, magicamente, lanciano il messaggio “CASH ONLY”, ma poi dicono “NO REST”… non è il massimo, diciamo).
La giornata lavorativa comunque inizia e finisce; è stata lunga, ma non molto faticosa. Al lavoro pare che abbia fatto bene, e sentirselo dire fa piacere ad ogni età. Dopo un’allegra chiacchierata con la Marti, esco dalle mura del Mount Sinai e mi avvio verso il bus per andare a prendere la Subway che mi porterà a casa.
Sono anche fortunato perché, a 100 metri dalla fermata, vedo il bus M96 Crosstown che si ferma e apre le porte per quelle 2 persone che erano lì ad aspettare: una rapida occhiata al semaforo che era ancora rosso, e capisco che ce la posso fare.
Parte lo scatto, e complice il fatto che adesso provo anche la sensazione di sentirmi più leggero, arrivo esattamente quando il semaforo diventa verde e salgo come ultima persona. Perfetto, il bus parte.
Sembra andare tutto liscio, ma arrivati alla Amsterdam Avenue, che solitamente è la penultima fermata prima della Broadway (dove c’è la stazione dei treni 1-2-3 sulla 96th street), l’autista ci dice: “La strada è bloccata, scendete tutti qui”.
E va bene, che sarà mai. E’ solo un isolato, prima della stazione.
Scendiamo dal bus, quei pochi rimasti (erano le 9.15 pm), e davanti agli occhi mi si para una scena da film: l’isolato che avrei dovuto attraversare era semi-barricato da volanti della Police che bloccavano il traffico. Una ventina di agenti sul posto.
La nebbiolina da umidità, tipica dei film dark-thriller-metropolitani.
Gente che agli angoli della strada parla a bassa voce e lancia sguardi qua e là.
Alcuni agenti che interrogano alcuni che sembrano essere passanti.
Pochi mezzi (tipo un SUV, un bus turistico, due auto) fermi all’interno della zona off-limits delimitata dal nastro della polizia.
Luci lampeggianti rosse e blu dappertutto. Per fortuna senza sirene.
Nessuna ambulanza presente…
ma un cadavere in mezzo alla strada, al quale un agente finisce di depositare sopra una specie di lenzuolo bianco. Non una moto, non una bici a terra. Solo un cadavere in mezzo alla strada.
Passo fingendomi uno della gente comune di Gotham.
Scatto un paio di foto senza dare troppo nell’occhio.
Guardo in cielo cercando un pipistrello fatto di luce e ombra che si staglia sulle nuvole… ma non c’è.
Mancava solo il Cavaliere Oscuro, ma evidentemente non ce n’era più bisogno.
image

E neanche di me, quindi me ne sono andato a casa perché era ormai ora di cena.
Questa è New York, ragazzi, non temete! Un paio di volte un SUV ha rischiato di investire pure me, talmente loro non sanno guidare e talmente io ho l’abitudine di prendere i bus al volo.
Dal vostro inviato a Gotham City è tutto, per oggi!
PERCHE’ LE NOTIZIE, PRIMA, PASSANO DA QUI!

   PMJ

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: