Skip to content

World War Z

27 giugno 2013

Tra i film in uscita in questo periodo, ci credete che

di questo non ne avevo neanche sentito parlare un minimo? Nemmeno citarlo.
Alla fine ho deciso di andare a vederlo perché invitato, e in genere non è bello vedersi rifiutare un invito…
non male, come film! Strano che me lo fossi perso!

La locandina (immagine: dalla rete)

La locandina (immagine: dalla rete)

Ennesima buona prova di Brad Pitt, che io apprezzo come attore ma che sicuramente può essere apprezzato anche per altro, come ben saprete.
Tra l’altro, leggevo sul giornale questa settimana che compie 50 anni!
Incredibile come il tempo passi, dannazione.
Certo è che -se non morissi prima – ai 50 anni sarò anch’io in splendida forma, ci metto la mano sul fuoco.
Il film tratta della contaminazione da parte di un virus potentissimo, in grado di trasformare chi viene colpito in zombie. E fino a qui nulla di nuovo.
In realtà la trama è ben costruita, gli avvenimenti si susseguono uno dopo l’altro fin da subito, quindi non ci si annoia.

Azioni militari, fughe all’ultimo respiro, suspence…
un peccato che il tempo passi in fretta perché me lo aspettavo più lungo come film, se devo dire la verità. Il che – tradotto in altre parole – da parte mia significa che mi piace il finale, ma si poteva fare qualcosa di più.
Un film riuscito bene grazie agli attori, oserei dire (anche un Italiano nel cast! Lo conosciamo tutti… un bravo attore di livello internazionale…).

Anche un Italiano nel cast! (immagine: dalla rete)

Anche un Italiano nel cast! (immagine: dalla rete)

Brad Pitt fa la sua porca figura e lo rende anche bello da vedere sul grande schermo.
Giudizio finale: ve lo consiglio se vi piace il genere fanta-horror, se vi piace Brad Pitt, se vi piace la trama (magari andate a vederla su internet), e comunque anche se andrete al cinema così per vederlo, resterete piuttosto soddisfatti.
Per il resto, continuo a dire che mi è piaciuto ma avrei anche potuto aspettare di vederlo uscire su Sky o con altri mezzi, che non sarei morto dal dispiacere.

Una delle scene della prima parte del film: la paura innescata dal virus... (immagine: dalla rete)

Una delle scene della prima parte del film: la paura innescata dal virus… (immagine: dalla rete)

In attesa della prossima recensione, vi saluto!
Sono riuscito a scrivere un post perché il pullman è in ritardo di soli 35 minuti…
dopo una giornata così…
Ma lasciamo stare.
Stay tuned!
  PMJ

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: