Skip to content

5 alimenti da “evitare”: ecco il primo

12 giugno 2013

Prima cosa: le arance fanno bene, non fate troppo caso alla figura!! Leggete un po’ qui di seguito, piuttosto. Una corretta igiene alimentare, si sa, è importante. Come sempre, un’altra premessa è d’obbligo. Possiamo vederla come una premessa personale, oppure come la cruda realtà, ma ci tengo a precisarla: ognuno rimane libero di fare volontariamente ciò che meglio crede.

Se mi dicessero che bere la Coca Cola fa male, ma io ogni tot me la voglio prendere lo stesso, lo faccio e basta. Così come ognuno ha diritto all’informazione, ha anche diritto di scegliere liberamente “i propri vizi”. Se non danno fastidio alla salute degli altri, ovviamente!

Partiamo con questa breve rassegna: gli Stati Uniti – dove mi trovo attualmente – sono maestri (si sa) nella pratica del consumismo. E anche in tante altre… tipo le pubblicità, devo ammettere che molte sono fatte bene. Verrebbe voglia anche a me di comprare un bel po’ di cose… ma torniamo a noi.

Prima cosa su cui pubblicità e produttori sono d’accordo è quella di spacciare il succo di frutta confezionato per BEVANDA/ALIMENTO SALUTARE. Soprattutto, in molti lo propinano a colazione: “Iniziate la giornata con un bel bicchiere di succo di frutta ****, il modo più sano per cominciarla”.

Immagine: dalla rete. Ma ricordate che le arance fanno bene!!

Immagine: dalla rete. Ma ricordate che le arance fanno bene!!

Diciamo che è tutto un giro: da una parte le grosse compagnie produttrici hanno influenza sulla pubblicità, la pubblicità ce l’ha sull’informazione della gente, la gente compra il prodotto da chi lo distribuisce.

Probabilmente, tutti gli alimenti di cui vi parlerò da qui in poi li troverete in qualche modo piuttosto comuni. Perché incriminare i succhi di frutta confezionati, tanto per cominciare? Il fatto è che – seppur spacciati per naturali – questi succhi vanno incontro a diversi trattamenti per “concentrare” la sostanza stessa. Ora, voi mi insegnate che “concentrare” significa aumentare la quantità di un sostanza nella soluzione in cui si trova (in parole povere).

Non sto parlando di una dieta per dimagrire (come molti avrebbero bisogno qui), ma in generale di una buona pratica. E ora vi spiego perché è buona. In questo caso, ciò che tali succhi di frutta concentrati vanno ad alterare sono gli equilibri ormonali. Quale ormone: l’INSULINA, che è l’ormone deputato a ridurre la concentrazione di zuccheri nel sangue (glucosio), facilitandone l’utilizzo e l’immagazzinamento. Se troppo glucosio rimane nel sangue, va a “glicosilare” (termine medico) una serie di altre sostanze – soprattutto proteiche – che si trovano nel nostro corpo. Tanto per citarne una, l’Emoglobina.

Ora, lasciamo un attimo perdere la faccenda del glicosilare, che già di per sé è un male perché aumenta di molto il rischio di diabete. Il fatto è che il processo di concentrazione rimuove le FIBRE e altre sostanze importanti, lasciando gli zuccheri. Risultato: un succo poverissimo di fibre e carichissimo di zuccheri. Prenderlo al mattino significa che il nostro organismo va ad “interpretarlo”: assumere un bel bicchierone di succo concentrato determina una temporanea impennata della GLICEMIA (concentrazione di zucchero nel sangue). I livelli di zucchero nel sangue sono direttamente correlati ai livelli di insulina: più glucosio c’è, più insulina viene liberata nel sangue per abbassare questa concentrazione, che viene interpretata come molto alta.

Ma l’insulina, come molti altri ormoni, non possiede solo una funzione: è anche in grado di controllare il metabolismo di accumulo dei grassi. Un eccesso di “energia” potenzialmente derivabile da questi elevati livelli di zuccheri nel sangue fa sì che l’insulina lo legga come “abbiamo energia a sufficienza, tutto il resto lo immagazziniamo sotto forma di grassi”. E fu così che non solo non si rimane in linea, ma ci si fa direttamente del male per il progressivo accumulo di grassi, proprio perché l’insulina controlla l’immagazzinamento dei grassi nel tessuto adiposo.

Morale della favola: un eccesso di zuccheri non è solo potenzialmente pericoloso – a lungo termine – come una delle cause di diabete, ma è direttamente correlato ad un eccesso di accumulo di grassi. Quindi, nel complesso, attenti a tutto ciò che assumete di “eccessivamente zuccherino”.

Come sempre, però, è la quantità che conta. Ma se volete un bel succo di frutta al mattino, spremetevi delle arance da soli: quello si che è salutare, perché il contenuto naturale del succo è intatto e non processato! Magari evitate di aggiungere dello zucchero, eh…

Cià che vado a letto! Per oggi sono sufficientemente stanco. Domani potrei raccontarvi qual è il secondo da evitare!!

PMJ

One Comment leave one →
  1. Gianni Rizzetti permalink
    12 giugno 2013 07:29

    A proposito di diabete, credi ci sia una qualche relazione fra un livello medio-alto di glicemia (diciamo 120) e la tendenza ad avere spesso scariche diarroiche? Qual è il meccanismo biologico?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: