Skip to content

Everytime Burritos

17 maggio 2013

Dopo una giornata positiva e tutto sommato produttiva, non c’è niente di meglio che una buona cena per concludere in bellezza.

Avevo tutto quel che mi serviva, in fondo. L’ultima spesa che ho fatto è stata provvidenziale. La ricetta che vi riporto stasera racchiude una serie di chicche imparate nel corso degli ultimi anni. E che, purtroppo, non sono ancora stato in grado di fare assaggiare a nessuno di voi… eccetto la Marti, anche se indirettamente. Dei buoni insegnamenti mi sono giunti anche dai suoi amici che ho conosciuto a Koblenz, quando lei era là a studiare per un semestre. Tutte le esperienze tornano sempre utili, in qualche modo.

Quindi onore anche a Nico, Agustin e Fran. La cena messicana che abbiamo fatto quella sera di novembre era davvero il massimo. Grazie ancora, fratelli!!

Passiamo alla ricetta: IMG_0589

1. Procuratevi le materie prime: tortillas di mais – antica ricetta (io ho preso quelle medio-piccole, che vanno bene anche per i tacos… qui a NY con un paio di dollari vi prendete la confezione da 10), un paio di uova (anche 3, dipende da quanti ne volete fare e da quanto grandi sono le tortillas), una scatola di fagioli (io ho preso le Habichuelas Rosadas), qualche fettina di bacon (ho preso quello di tacchino, che è low-fat e low-cholesterol, e cmq ha lo stesso sapore! Una bomba veramente! Strabuono!).

IMG_0591

2. Arrostite le fettine di bacon per 2-3 minuti a fuoco basso. Al massimo aggiungete un pochino di olio di oliva, se usate quelle low-fat. In realtà, la pancetta normale non ha bisogno di olio perché la parte grassa che contiene si scioglie parzialmente e fa lei stessa da grasso di cottura! Una volta arrostite (ben dorate/bruciacchiate, dipende come vi piacciono), toglietele dal fuoco e mettetele a riposare su un piatto.

3. Rompete le due uova. Se vi piace il colore giallo omogeneo, sbattetele bene in una scodella come se doveste fare una frittata. Se invece non avete problemi a vedere sia il bianco che il giallo dell’uovo, allora mettetele direttamente in un pentolino antiaderente e a fuoco medio. Insomma, fatele come le volete ma poi mettetele in padella e con la paletta di legno “strapazzatele”. Quindi toglietele dal fuoco prima che l’uovo sia diventato completamente asciutto. Mettetelo sul piatto a riposare vicino al bacon, che tanto poi asciuga un po’ lo stesso.

IMG_0592

IMG_0596

4. Mettete un po’ di fagioli in un pentolino. Potete metterli così, con un po’ di acquetta che contiene la loro lattina, oppure insaporiteli leggermente. Basta un pochino – ma proprio poco – di salsa di pomodoro, e magari un pizzico di sale e/o pepe. Fateli scaldare a fuoco lento. Io ho voluto insaporirli un pochino, e ci ho aggiunto qualche pezzettino di peperone verde, uno spicchio d’aglio, e due fettine di cipolla. Praticamente gli da’ un po’ più di sapore, aiuta ad amalgamare il tutto. E poi lo sapete che sono un maniaco di aglio e peperoncino… in ogni caso, alla fine erano talmente buoni che domani sera ho deciso che per cena mi faccio i famosi “fagioli alla Bud Spencer & Terence Hill“, che i miei genitori cucinano egregiamente, tra l’altro. Avete presente quelli che mangiano in alcuni loro film? Indimenticabili sono quelli che si mangiano in “Lo chiamavano Trinità“! Sapori di casa!! IMG_0602

5. Scaldati i fagioli, tirateli giù dal fuoco e senza scottarvi dobbiamo farne una crema. Avete capito bene: se resi cremosi, aderiscono meglio alla tortilla. Non avendo proprio tutto tutto a disposizione, ho usato questa roba – sembra uno shaker, l’ho trovato qui in casa… in ogni caso, schiacciateli e fatene una crema. IMG_0603

IMG_0606

6. Fatto questo, manca solo il trucco finale: prendete le tortillas, quante volete… e adesso dobbiamo ammorbidirle. Perché altrimenti sono per natura asciutte, e quando le piegate si rompono abbastanza facilmente. A questo proposito, prendete un pochino d’acqua (anche del rubinetto, se vi fidate), vi bagnate le mani, e le passate sulle tortillas. IMG_0600

7. Mettete le tortillas bagnate a scaldare: io ho usato un fornetto elettrico, ma va bene tutto: una padella piatta, la stufa accesa, il forno acceso… quel che volete. Semplicemente, mettete a scaldare le tortillas bagnate per un minuto o due, non di più.

8. Toglietele dal fornetto e mettetele sul vostro piano di lavoro (io ho usato un tagliere), una alla volta: prendete con il cucchiaio la crema di fagioli e disponetela in mezzo, per quasi tutta la lunghezza. IMG_0608

9. Mettete l’uovo strapazzato (usate tranquillamente le mani che vi siete lavati bene). IMG_0609

10. Mettete una o due fettine di bacon croccante. IMG_0610

11. Piegate la tortilla per fare il burrito; una delle tecniche più semplici è la seguente: prima piegate il fondo (come se fosse un sigaro), poi iniziate ad arrotolare il lato destro… IMG_0612

12. … e per ultimo il lato sinistro. Se le tortillas sono ancora umide e calde, rimarranno ferme così, con la forma che gli avete dato. Et voilà!!! Il vostro fantastico EVERYTIME BURRITO è pronto! Ricetta originale by PMJ! Everytime perché lo potete mangiare quando volete, e va assolutamente bene anche freddo. Io ho provato a mangiarlo a colazione, al brunch dopo Messa a Lubbock, a cena al ristorante o fatto da me a casa… va sempre bene! Sapete come lo chiamavano in Texas?

Breakfast of Champions!!

IMG_0615

Stasera, per l’occasione, l’ho abbinato ad una buona birra Imported from Mexico: una Negra ModeloIMG_0613

La cena perfetta: Burritos e Negra Modelo mentre mi guardo Fullmetal Alchemist Brotherhood!!

IMG_0622

Con questo passo e chiudo, che domani si lavora! Enjoy!!!

PMJ

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: