Skip to content

1/3 di una dieta dimagrante

5 ottobre 2012

1)      Le carni vanno scelte tra i tagli più magri, e devono essere private del grasso visibile. Pollo e tacchino andrebbero consumati senza pelle.

2)      Quando si parla di “verdure” si intendono tutte le verdure tranne patate e legumi. Sarebbe opportuno consumare una volta al giorno verdura cruda.

3)      Per quanto riguarda i primi piatti, il consumo di passati di verdura o minestroni è libero, purché non vengano aggiunti patate e/o legumi.

4)      Per quanto riguarda il consumo di pesce è meglio evitare: anguilla, capitone, molluschi, crostacei.

5)      Consumo di salumi: sono permessi prosciutto crudo o cotto (eliminando il grasso visibile) e la bresaola.

6)      I formaggi, anche se chiamati “magri”, in realtà contengono buone quantità di grassi. Quando si parla di formaggi magri, intendiamo: mozzarella, robiola, crescenza, quartirolo, philadelphia.

7)      Variare l’alimentazione durante la settimana. Per i secondi piatti, suggerisco il seguente schema di massima (compatibilmente con le esigenze dei singoli)

i.     3 pasti di carne (rossa o bianca, è indifferente)
ii.    3 pasti di pesce
iii.   3 pasti di formaggio magro
iv.   2 pasti di salumi
v.    1 pasto di uova
vi.   2 pasti di legumi (tipo monopiatto: riso e piselli, pasta e fagioli, etc.) 

8)  Accorgimento in più, ma non essenziale: utilizzare come dolcificante l’aspartame, o altro dolcificante ipocalorico.

9)  Evitare consumo frequente di frutta eccessivamente zuccherina: uva, fichi, cachi, mandarini, banane.

10)  Si può consumare una volta ogni 7 giorni una pizza non troppo elaborata (margherita, oppure prosciutto, oppure acciughe), quindi non con tante guarnizioni, e in sostituzione di un pasto.

13)  Evitare di consumare alimenti durante i momenti di svago o relax: bisognerebbe attenersi agli orari dei pasti principali, e al massimo a quello degli spuntini.

14)  Evitare di consumare bevande zuccherate, dolci, gelati, caramelle, cioccolata, frutta sciroppata. È consentito due volte alla settimana il consumo di gelato alla frutta o di un dolce non troppo elaborato (evitare quindi torte alle creme, con tante guarnizioni).

15)  Metodi di cottura consigliati: al vapore, ai ferri, alla griglia. È concessa anche la cottura con: limone, vino, brodo vegetale. Per le uova: alla coque, in camicia, al pomodoro (senza soffritto con olio). Per la verdura: cruda o cotta al vapore.

16)  Limitare il consumo di olio d’oliva al massimo a 30-35 g giornalieri.

17)  Puoi fare liberamente uso di acqua, aceto, succo di limone, aromi, spezie, caffè d’orzo, the, pomodoro o salsa di pomodoro preparata senza grassi/condimenti aggiunti, brodo vegetale.

Controllo del peso: una volta alla settimana, sempre lo stesso giorno, al mattino, dopo essere andati in bagno, con indosso solo la biancheria intima (cosa più semplice) oppure sempre gli stessi vestiti (il pigiama è ok). Misurarsi sempre sulla stessa bilancia.

E ricordatevi che questo è solo 1/3 (un terzo) di un buon regime dietetico… gli altri due terzi, se volete, ve li posso anche svelare! Per ora ENJOY!!

PMJ

2 commenti leave one →
  1. 5 ottobre 2012 19:06

    aoooooo me togli pure i legumi, che me vò fà moriiiììì

    • 6 ottobre 2012 13:58

      Fai come me, che ascolto un consiglio sì e uno no, a giorni alterni!
      Così li ascolto tutti, no?
      ciaooo
      PMJ

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: