Skip to content

Internet o il Medico?

6 dicembre 2011

Ho letto oggi di quanto i motori di ricerca, almeno negli ultimi mesi, abbiano soppiantato in molti casi il parere di un medico. Insomma, almeno in Italia (ma non credo che altre nazioni al pari sviluppate facciano molto meglio) sembra che il 62% dei cittadini scelgano di affidare i propri dubbi in materia di salute a Internet. Indipendentemente dal fatto che si tratti di un semplice mal di schiena, oppure di una patologia rara. E addirittura per circa il 30% del campione, Internet rappresenterebbe la fonte primaria di informazione in materia medica.

Diciamo che il Medico di Medicina Generale è ancora fonte primaria di informazione per circa il 50% degli Italiani. Questo trend in crescita dell’utilizzo del web si accompagna comunque a diverse difficoltà. Non so se vi è mai capitato di cercare informazioni mediche su Internet (a me sì), ma la cosa certa è che se ne trovano fin troppe. Non trovate? Ho visto fin troppa gente venire da me (o all’attenzione di un collega) e chiedere specificamente informazioni in merito ad uno o più accertamenti rivolti verso una presunta patologia di cui soffrirebbero. Insomma… spesso si crede di possedere un numero sufficiente di conoscenze per avanzare una proposta, ma non si possiede un certo numero di anni di quelle che si chiamano comunemente BASI del mestiere.

A questo punto, come discriminare la buona dalla “cattiva” informazione? Esistono punti di  controllo di queste informazioni mediche che vengono rese pubbliche a milioni di persone? Dove per “cattiva” informazione non intendo necessariamente le notizie sbagliate; intendo quelle poco esaustive, o poco comprensibili, insomma parziali-carenti o troppo tecniche. Per noi medici è decisamente più facile, avvezzi come siamo a termini specifici (o abbreviazioni) o comunque abbastanza “propri” del nostro mestiere. A volte ci serve solo richiamare l’eponimo di una patologia, altre volte la semplice definizione o le sue caratteristiche patogenetiche principali.

Quel che voglio dire è che il web contiene praticamente tutto, ma è anche poco controllato in relazione alla sua vastità. E a fronte del suo continuo ampliamento. Un medico invece, con più o meno esperienza, sarà in ogni caso più in grado di discernere da ciò che è attendibile e ciò che lo è di meno. E per essere franchi, c’è sempre qualche medico che ne sa più di noi. Motivo principale per cui esistono gli specialisti, o addirittura i superspecialisti.

Messaggio finale: se vi interessano le definizioni, cercate pure su internet. Se pensate di avere una patologia, e magari pensate anche che sia meritevole di trattamento… o semplicemente avete  un dubbio o non sapete leggere gli esami del sangue ed interpretarne il significato (al di là della mera presenza di uno o più asterischi…), allora è meglio che chiedete ad un Medico.

PMJ

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: